Tradizioni altoatesine

19.11.2009 / von Evelin

Come sa, amiamo coltivare le nostre tradizioni.
L’11 dicembre 2009  i piccoli dello Zirm partecipavano al corteo delle lanterne in onore di San Martino. La nostra piccola alunna Lisa ci spiega la storia del santo così:
Il giovane cavaliere Martino incontrava sotto un portone di una città, assieme ai suoi compagni, un mendicante vestito con pochi stracci . Martino portava niente con se se non i vestiti che aveva addosso, ma lui si impietosiva così tanto per il mendicante, che prendeva la sua spada e divideva il suo mantello in due. I suoi compagni lo deridevano, ma lui prendeva una parte del mantello e la metteva sopra le spalle del povero uomo. La notte seguente a Martino appariva nel sonno Gesù vestito con il mantello e lo ringraziava. Il giorno dopo Martino, che non era ancora battezzato si faceva battezzare.

Per il suo altruismo San Martino è diventato un grande esempio per i bambini e come riconoscimento per la sua  carità  i bambini fanno questo corteo nel paese, con le lanterne fatte da loro stessi. Durante la messa per i bambini l’avvenuto è stato ricostruito dai bambini; la nostra Lisa era il mendicante.

Non vedo l’ora che arrivi San Nicolò il 6 dicembre, che è connesso con un’altra tradizione nostra. E se Lei sarà da noi quel giorno, lui sicuramente porterà nel suo sacco anche per lei qualcosina…

Hinterlasse eine Antwort

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind markiert *

Du kannst folgende HTML-Tags benutzen: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>