La sfida: una giornata di vacanza senza il cellulare

05.06.2012 / postato da Evelin

Riuscite ad immaginare di lasciare il Vostro cellulare a casa e di non essere raggiungibile per un po’?
… Certo, perché io porto il cellulare con me solo per essere raggiungibile per un eventuale emergenza … tztztz, non ci credo! Immaginate per quante cose usate il cellulare oltre al fatto dell’”EMERGENZA”.
È per essere sincero, è anche un’enorme sfida per me, perché io sono una di quelle persone alle quali si potrebbe impiantare il cellulare. :-)

Mi sono chiesta cosa succederebbe, se non mi portassi il cellulare ad un escursione:

  1. Devo portarmi la macchina fotografica, che comunque fa le foto più belle.
  2. Devo mettermi l’orologio, che mi è stato regalato per il mio compleanno.
  3. Parlo solo di cose che conosco, perché non posso dare un occhiata su internet
  4. Prendo appuntamento “all’antica”, con orario e punto d’incontro fisso, perché non ho un cellulare per fare un colpo di telefono
  5. Non racconto le mie esperienze via sms o su face book, ma li racconto di persona la sera.
  6. Non prendo altri appuntamenti, perché non ho con me la mia agenda.
  7. Incontro nuove persone, perché non ho la possibilità di chiamare chi conosco.
  8. Osservo molto meglio l’ambiente che mi circonda, perché non ho con me il cellulare e quindi niente di meglio da fare.

Non sembra nemmeno così difficile.
Noi ci proviamo durante quest’estate e mettiamo uno scatolone a disposizione, dove tutti gli ospiti corragiosi possono depositare il loro cellulare, fino al ritorno dall’escursione.
Sono curiosa chi riesce a passare una giornata di vacanza nelle dolomiti senza cellulare.

Hinterlasse eine Antwort

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind markiert *

Du kannst folgende HTML-Tags benutzen: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>