Berghotel Zirm / Valdaora

Diario del Berghotel Zirm

Holiday Check Award 2010

5. März 2010 da Monika
Phlow-Autor Monika

È arrivato il giorno! Oggi è stato consegnato il Holiday Check Award 2010, e il Berghotel Zirm è uno dei vincitori.
Quest’anno Evelin e Hanspeter sono andati a Francoforte per la premiazione. Sono partiti ieri e tornano già domani mattina. E noi siamo contenti che possiamo continuare a decorare la nostra “parete di onorificenze”.

Vogliamo ringraziare a tutti coloro che hanno espresso la loro opinione sul sito di  Holiday Check, altrimenti non saremo riusciti ad essere nuovamente uno dei 99 hotel più amati al mondo!

Nei prossimi giorni seguiranno le foto….

La cucina dello Zirm

4. März 2010 da Monika
Phlow-Autor Monika

Il nostro team della cucina è stato lodato talmente tanto nelle ultime settimane, che era ora di dedicare una pagina del nostro diario a loro.
Chef Lars e il suo team, 4 uomini e una donna, mostrano ogni giorno quanto sanno fare. Impiegano prevalentemente prodotti nostrani e sanno usare le spezie con perfezione.
I nostri ospiti possono scegliere tra vari menu a 5 portate, i nostri piccoli ospiti scelgono tra un menu con i loro pasti preferiti. Il buffet di antipasti del martedì fa iniziare bene la settimana, e il buffet di dolci, preparati da Sophie, conclude la settimana il venerdì sera.
I nostri ospiti amano la combinazione di alloggiare accanto alla pista e di mangiare come un dio.
Ecco qui un esempio; il nostro menu del Gala-Dinner di mercoledì scorso, accompagnato dal nostro pianista Sebastian:

 

Buffet d’insalate miste con diverse salse
**
Filetto di trota salmonata su risotto d’orzo e schiuma di prezzemolo
**
Consommé con gnocchetti alla zucca
**
Sorbetto rinfrescante di mandarini & prosecco
**
Bistecca di sella di manzo “Angus” con crosta di lardo,
salsa al balsamico, spinaci & purè di olive e patate
**
Canederli e schiuma di ricotta di Dobbiaco con bacche fresche

 

Restaurant

Vestiti tradizionali altoatesini

3. März 2010 da Monika
Phlow-Autor Monika

I costumi tradizionali  sono una delle cose più particolari e conosciuti della Val Pusteria. Ogni paese ha un suo vestito particolare e lo porta con orgoglio nei giorni di festa.
Da noi nel Berghotel Zirm curiamo l’usanza di portare i “Dirndl” (il vestito per la donna) e i “Lederhosen” (i pantaloni di pelle per gli uomini). Anche i più piccoli sono contenti quando finalmente è domenica e possono mettersi di nuovo i vestiti tradizionali.
Diciamo che vestiti tradizionali sono sempre di moda, sia quelli classici, che quelli tradizionali o quelli un po’ più moderni!

 Kinder_Dirndl_Lederhose_klein

Un’area sciistica per tutti

2. März 2010 da Monika
Phlow-Autor Monika

Per i bambini di Valdaora è più che normale imparare già a 3 anni di andare con gli sci, ma non tutti hanno la fortuna di avere una pista di sci davanti casa.
Tanti ci pensano solo in età un po’ più avanzata di mettersi sugli sci e imparare questo sport. Perché no?
Il Plan de Corones è ideale per principianti, ci sono piste di tutti i livelli: 24 piste azzurre, 12 rosse, 6 nere. Di conseguenza è una delle aree sciistiche più variegate dell’Alto Adige.
È possibile scegliere tra varie scuole sci, noleggiare sci,… Basta avere un po’ di coraggio e un po’ di abilità.
L’esempio migliore è il senior chef Hubert Schraffl, che a 50 anni si è messo per la prima volta sugli sci. Adesso non è più principiante ma uno sciatore nelle giornate di sole!

skifahren

Nostalgia Nova a Valdaora

1. März 2010 da Monika
Phlow-Autor Monika

Già da qualche anno a Valdaora viene organizzata una settimana nostalgica chiamata “Nostalgia Nova”. Magari Voi ci siete già stati?
Il motto “Ritorno al passato” e percepibile nei diversi rifugi, nei ristoranti, nelle pizzerie dove vengono preparati specialità che già i nostri nonni hanno gustati. Ma ci sono tanti altri eventi, come una sfilata di moda di qualche anno fa, un corteo, gare di sci e di slittino…
Dal 20 al 28 marzoValdaora si troverà in mezzo ad una settimana di nostalgia!

Nostalgia Nova

L’Alto Adige culturale

25. Februar 2010 da Monika
Phlow-Autor Monika

L’Alto Adige è celebre per il bel tempo, la buona cucina, la gente simpatica – durante l’estate è un paradiso per escursionisti e d’inverno per i sciatori.
Ma anche dal punto di vista culturale l’Alto Adige ha tanto da offrire. Ci sono 89 musei, musei di folclore, musei su castelli, musei di scienze naturali, …
Soltanto nella Val Pusteria ci sono 17 musei, e ognuno ha il suo fascino. Ecco l’elenco, magari sarà utile per la vostra prossima vacanza:

  • Brunico, Museo civico di Brunico
  • Brunico, Museo provinciale degli usi e costumi
  • Villabassa, Museo del Turismo dell’Alta Pusteria
  • San Martino in Badia, Museum Ladin – Ciastel de Tor
  • San Lorenzo di Sebato, Antiquarium Sebatum
  • Dobbiaco, Museo commemorativo di Gustav Mahler
  • Sesto, Collezione di presepi di Anton Stabinger
  • Sesto, Museo di Rudolf Stolz
  • San Candido, Dolomythos
  • San Candido, Musei della collegiata
  • Chienes, Castel Ehrenburg (di Casteldarne)
  • Campo Tures,  Castel Taufers (di Tures)
  • Campo Tures, Museo parrocchiale di Campo Tures
  • Predoi,  Museo provinciale delle miniere – Miniera di Predoi
  • Cadipietra, Museo provinciale delle miniere – Granaio Cadipietra
  • Valle Aurina, Museo commemorativo dei fratelli Oberkofler
  • Valle Aurina, Museo mineralogico Kirchler

C’è qualcosa per grandi e per piccoli, e sono valide alternative non solo, ma sopratutto, per giornate di pioggia.  Informazioni più dettagliate Vi diamo volentieri alla reception del Berghotel Zirm.

museo etnografico a Teodone

Periodo quaresimale in Alto Adige

24. Februar 2010 da Monika
Phlow-Autor Monika

Con il mercoledì delle ceneri è iniziata la quaresima. Già dal 4 secolo dopo Cristo esiste questo periodo per prepararsi alla pasqua. Qualche anno fa il digiuno, o meglio la rinuncia a mangiare carne, è stato osservato molto di più.  Nella cucina pusterese esistono parecchie delize anche senza carne. Per esempio le semilune ripieni di ricotta e spinaci. :-)
Chi rispetta il digiuno non deve rinunciare a qualcosa di buono da mangiare.
Ecco la ricetta:
Ingredienti:

Per l’impasto: 400 g di farina di segale, 100 g di farina di grano tenero, 1 Uovo, sale, 3 Cucchiai di olio, acqua tiepida
Per il ripieno: 100 g di spinaci, 200 g di ricotta, sale, pepe, noce moscata, erba cipollina, 2 cucchiai di parmigiano, 1 patata cotta.
Preparazione:
Mescolare i spinaci cotti e tritati con la patata schiacciata, il parmigiano, l’erba cipollina e le spezie. Impastare la farina, l’uovo, il sale, l’olio e l’acqua tiepida quanto necessario. Stendere l’impasto abbastanza sottile e tagliare con uno stampino dei cerchi. Mettere il ripieno sui cerchi e piegare il cerchio così che ne esce una semiluna, chiudere bene. Le semilune vengono bolliti in acqua salata e serviti con parmigiano e burro fuso.

Quindi non c’è nessun motivo di preoccuparsi se qualcuno decide di osservare severamente il periodo della quaresima.

21 febbraio 2010

22. Februar 2010 da Monika
Phlow-Autor Monika

Lo scorso sabato ha nevicato e ieri il panorama intorno al Berghotel Zirm era bellissimo!

La pista di slittino dello Zirm

17. Februar 2010 da Monika
Phlow-Autor Monika

L’inverno è nostro ospite da inizio dicembre, anche se da noi quest’anno non ha nevicato così tanto quanto in altri parti del mondo.  E la neve basta certamente per una piccola pista da slittino accanto al Berghotel Zirm. :-)

Mercoledì delle Ceneri

16. Februar 2010 da Monika
Phlow-Autor Monika

Il mercoledì delle ceneri è, nelle chiese cattolica di rito romano, il primo giorno della Quaresima. In questo periodo  i cattolici sono tenuti a osservare il digiuno e l’astinenza delle carni. In riferimento a questo derivano alcune parole come carnevale (lat. “carnem levare”) o Martedì grasso (ultimo giorno in cui si può mangiare il grasso). I 40 giorni dovrebbero ricordarci Gesù che passava proprio 40 giorni nel deserto a digiuno. Il periodo della Quaresima dura in totale 46 giorni, ma si devono togliere  le domeniche, anche la domenica delle palme).

La parola ceneri deriva dall’usanza di benedire durante la santa messa le ceneri dei rami di palma o ulivo dell’anno passato e di fare il segno della croce con questa cenere sulla fronte dei fedeli.

Da noi nel Berghotel Zirm questa festività è dedicata al pesce. Magari qualche nostro ospite dell’anno scorso si ricorda del buffet di pesce…. Anche quest’anno, conoscendo la nostra cucina, il menu, sempre a base di pesce, sarà una vera delizia!