Berghotel Zirm / Valdaora

Diario del Berghotel Zirm


Phlow-Autor Monika

I primi fiori primaverili, come il croco, non s’incontrano nemmeno più sui campi della Val Pusteria; adesso s’illuminano di giallo. I cosiddetti denti di leone coprono i prati e i bambini si divertono a raccogliere mazzi di fiori. Ma i piccoli sanno, che si può fare molto di più con questa pianta. Se si prende il gambo e si spezza in strisce, queste si arrotolano dentro all’acqua. E quando il giallo si spegne, il fiore si trasforma in soffioni i bambini lo adorano ancora di più.

Il dente di leone è apprezzato anche nella cucina. Le foglie del fiore sono buonissime nell’insalata. Non da dimenticare è il miele di dente di leone, che le api diligenti raccolgono, e ci garantisce un dolce risveglio la mattina.

scritto da: -



Bookmark and Share



Articoli collegati:

Scrivi un commento