Berghotel Zirm / Valdaora

Diario del Berghotel Zirm

Con arco e freccia nel bosco di Valdaora

5. August 2013 da Monika
Phlow-Autor Monika

Secondo round per il percorso con arco e freccia a Valdaora. La scuola sci di Valdaora ha cercato nell’anno scorso un posto ideale per creare questa zona.
Un bosco favoloso a Valdaora ospita 28 sagome di animali, in materiale sintetico, in 3D e di misure reali.
Gli “animali sintetici” fungono da bersaglio per la freccia. Su piccoli cartelli sono descritti gli animali e il percorso diventa didattico.
Dopo un’introduzione al punto di partenza si parte per un giro nel bosco di una durata di circa 3 ore. Una passeggiata non impegnativa per grandi e piccini.
I bambini dello Zirm ci sono andati varie volte e ci hanno convinti di incorporare il percorso Kron Arc Adventure anche nel nostro programma outdoor per famiglie. I piccoli ospiti possono partecipare gratuitamente, con o senza genitori, a una “mattinata arco e freccia”.
A presto piccoli e grandi arcieri! :-)

 Tiro Arco Freccia

Phlow-Autor Monika

Ogni estate nella Val Pusteria ci sono varie feste, dove gustare specialità pusteresi ed ascoltare musica tradizionale
Ad agosto, ogni venerdì sarà possibile fare shopping a Brunico fino a tardi. I negozi saranno aperti fino alle ore 22.30. Ideale per chi preferisce passare le giornate passeggiando nelle montagne e desidera comunque portare qualche pensierino a casa, per se stesso o per i cari.
Queste serate sogni estivi notturni, offrono anche specialità culinarie, musica e intrattenimento per i bambini.
Ecco le date:
Venerdì, 02.08.2013
Venerdì, 09.08.2013
Venerdì, 16.08.2013
Venerdì, 23.08.2013

sogni notturni estivi

E domani c’è la “Cucina in Strada” a Valdaora di Mezzo. Non vediamo l’ora di assaggiare Strauben e qualche Tirtl!

cucina in strada Valdaora

 

Vacanza sana nelle dolomiti

13. Juli 2013 da Monika
Phlow-Autor Monika

L’aria migliore e la vista più bella si trova in quota. Amici della montagna lo sapevano da sempre e la scienza l’ha confermato.
Una ricerca dell’AMAS afferma, che un soggiorno in quota tra 1.100 e 2.000 metri sopra il livello del mare si ripercuote in maniera benefica su corpo, anima e salute.
Il Berghotel Zirm si trova su quasi 1.400 m, quindi l’altitudine ideale per la Sua vacanza rigenerante. Una vacanza salutare di 3 settimane nelle montagne può migliorare la salute e il benessere – anche senza attività sportiva. La causa è la pressione d’ossigeno leggermente ridotta in queste zone. Questo influisce in modo positivo su pressione del sangue, glicemia, polso e peso –  simile a vincere nel superenalotto.

Non è solo la bellezza paesaggistica, ma anche il clima speciale della nostra regione che rende la vacanza salutare. Lo clima di media montagna è caratterizzata di un aria limpida e pura. Inoltre le montagne offrono un’ottima possibilità di allenamento: su per la montagna, giù per la montagna. Chi sfrutta il Suo soggiorno per passeggiate lunghe e escu

rsioni in montagna allena organi importanti del proprio corpo. Una semplice camminare in salita allena cuore e il sistema cardiovascolare, lo scendere invece fa bene al senso dell’orientamento, all’equilibrio e alla forza. Tutto in uno.

Un bell’effetto secondario nella vacanza con pensione a ¾: anche con un bel buffet di colazione, una merenda il pomeriggio e una cena a 5 portate il peso rimane stabile. Per un semplice motivo: movimento, aria fresca e buon umore aumentano il livello di attività. Anche l’anima approfitta della vacanza in montagna, perché stress e frenesia non sopravvivono nei nostri boschi. Già dopo pochi giorni di riposo dormirete come un neonato e il benessere personale aumenta.
Una vacanza in montagna è piena di benefici – il nostro team outdoor e noi saremo lieti di essere attivi con Voi!

Vacanza nelle dolomiti

 

19° Dolomiti Superbike 2013

6. Juli 2013 da Monika
Phlow-Autor Monika

Oggi si è svolto il 19° Dolomiti Superbike in Alta Pusteria. Tra i partecipanti c’era certamente anche un team del Kronplatz-Resort: Hans-Peter Schraffl, Heinz Holzer und Lukas Töchterle.
Anche qualche ospite dello Zirm si è alzato presto per fare colazione e per trovarsi a Villabassa alle ore 7.00 per il ritiro dei numeri. Poi alle ore 7.30 la partenza e i ciclisti pedalavano per 60, 80 o 113 chilometri.
I primi ospiti sono già tornati in Hotel. Stanchissimi, ma allo stesso tempo fieri della loro performance! Adesso si rilassano nella nostra zona wellness o semplicemente sulla terrazza da sole, godendosi l’ottimo panorama.

Siamo molto fieri del nostro Kronplatz-Resort Bike-Team per i loro ottimi risultati!

Kronplatz-Resort Bike-Team

Kronplatz-Resort Bike-Team

Phlow-Autor Monika

Le date per il ritiro estivo della AS Roma a Brunico sono state fissate: L’arrivo della squadra giallorossa è prevista per il 12 luglio, inizierà gli allenamenti il 13 luglio presso la zona sportiva di Riscone e li terminerà il 21 luglio.

Ecco il programma (salvo variazioni):
Allenamenti giornalieri la mattina dalle 9.30 alle 12.30 e il pomeriggio dalle 17.30 alle 20.00.
Nei giorni di partita non ci saranno allenamenti. L’ingresso agli allenamenti è gratuito
17 luglio partita amichevole contro una selezione locale (ore 17.30 nel parco sportivo di Riscone)
21 luglio partita amichevole alle ore 17.30 nel parco sportivo di Riscone. L’avversario è ancora da definire.

Anche Voi siete appassionati di calcio e della montagne? Fate qui la richiesta per la vostra vacanza!

 

AS Roma

 

Phlow-Autor Monika

Il sesto Messner Mountain Museum sorgerà sul centro sciistico n° 1 del Alto Adige, il Plan de Corones. Sarà il museo più alto del Sudtirolo ed è dedicato al tema “roccia” e alla vita dell’alpinista scalatore e rocciatore. Per quest’estate è prevista la fase costruttiva, per luglio 2014 l’apertura.
La posizione del museo è unica: il Plan de Corones apre allo sguardo una vista panoramica dalle Dolomiti alle alpi della Zillertal e su tutta la Val Pusteria.
Da anni sul Plan de Corones si realizzano attività per non sciatori: piste per lo slittino, passeggiate inverali e piste di fondo. Il MMM Corones è un ulteriore highlight culturale per residenti e turisti, sia d’estate sia d’inverno.
La famosa architetta Zaha Hadid ha progettato l’edificio. Per intervenire il meno possibile sulla natura gran parte del museo sarà sotterraneo, con una grande terrazza panoramica.
Siamo convinti che anche questo museo di Reinhold Messner diventerà un grande successo, come lo sono gli altri cinque.

MMM Corones

 

Kaiserschmarrn! Hmmm!

24. Juni 2013 da Monika
Phlow-Autor Monika

Ogni lunedì pomeriggio Hubert Schraffl prepara il Kaiserschmarrn per gli ospiti. Il dolce tipico dell’Austria e del Sudtirolo è una crêpe spessa, con pignoli e sultanine, spaccata in modo analogo. Viene servito con marmellata di mirtilli rossi.
Non si può dire con sicurezza da dove deriva il nome Kaiserschmarrn (Kaiser=imperatore, Schmarrn=frittata dolce o letteralmente “stupidaggini”):
Una leggenda racconta, che l’imperatore dopo una caccia ha fatto sosta in un rifugio, dove il malgaro (in tedesco Kaser) gli ha preparata un “Kaserschmarrn”. All’imperatore il dolce sarebbe piaciuto talmente tanto, che gli è stato cambiato il nome da “Kaserschmarrn” in “Kaiserschmarrn”.

Ecco la ricetta (2 persone) per tutti loro che vogliono provare a cucinarlo: 

  • 150 g di farina 
  • 200 ml di latte 
  • 3 uova 
  • 1 pizzico di sale e burro 
  • Pignoli, uva passa, zucchero a velo e mirtilli rossi 

Mescolare bene la farina e il latte, mettere le uova e il sale.
Scaldare il burro in una padella, versarvi la pasta in modo che ogni punto del fondo sia ricoperto con la stessa quantità di pasta. Cuocere una parte della pasta, cospargere di uva passa e pignoli e far cuocere bene la parte inferiore, quindi girare. Alla fine spezzettare la pasta con due forchette. Spolverare il „Kaiserschmarrn“ con lo zucchero a velo, e servirlo in modo tradizionale con i mirtilli rossi. oppure in una versione più moderna con smarties. :-)

Kaiserschmarrn

Buon appetito!

 

 

Phlow-Autor Monika


Un’escursione al Monte Piana, poco lontano dalle Tre Cime di Lavaredo, regala allo sguardo un panorama a 360°, un ambiente naturale magnifico e inevitabilmente anche una visione in un capitolo scuro della storia d’Europa: la 1° Guerra Mondiale.
La montagna è raggiungibile attraverso la Val Pusteria e la Valle di Landro da Dobbiaco.


Come punto di partenza si offre il Lago di Landro (parcheggio all’Hotel Tre Cime) o Misurina.
Da Misurina uno Jeep-Taxi trasporta gli escursionisti fino al rifugio Bosi. Da lì si raggiunge la cima sud dopo un breve cammino.
Partendo dal Lago di Landro si percorre il suggestivo itinerario della vecchia strada militare della 1° Guerra Mondiale che, nel tratto superiore, è stata scavata nella roccia. Si passa un piccolo cimitero militare e si raggiunge la cima nord (cosiddetto Monte Piano) con la croce di Dobbiaco.

La sommità del Monte Piana è pianeggiante, atipico per le dolomiti. Ma camminando, si nota comunque la roccia bianca delle dolomiti, la flora tipica presente in questa altitudine e soprattutto i “resti” della prima guerra mondiale. Trincee, gallerie e postazioni militari d’italiani e austriaci (ovvero impero austro-ungarico) si trovano a volte molto vicine!


 La vista è splendida – si gode di una vista verso le Tre Cime di Lavaredo, il Paterno, i Cadini di Misurina, il Sorapiss, il Cristallo e la Croda Rossa. Proprio per questo motivo, vale a dire per la possibilità di controllare la valle circostante da una posizione strategica, la montagna è stata luogo di combattimenti.
Il Monte Piana è una meta sia per persone che amano le dolomiti, sia per persone interessati alla storia! Vari gruppi volontari si occupano del mantenimento del luogo, per non dimenticare la storia!


 Il Monte Piana come meta d’escursione lo trovate anche sul programma outdoor del Kronplatz-Resort!

 

Monte Piana - Vista sulla Tre Cime di Lavaredo

 

 

 

Stagione estiva 2013

10. Juni 2013 da Monika
Phlow-Autor Monika

Finalmente il Berghotel Zirm ha riaperto le sue porte. L’8 giugno abbiamo dato il benvenuto ai primi ospiti, e puntuale per o forse con loro è arrivato anche il sole. Finalmente l’estate ha trovato la sua strada verso di noi. Abbiamo passato delle bellissime giornate di sole, già con qualche temporale estivo.
Tutto il team dello Zirm è tornato pieno di energie dalle ferie e non vede l’ora di rendere la vostra vacanza estiva speciale: rilassante e attiva allo stesso tempo.
E oggi è incominciato anche il programma estivo del Kronplatz-Resort: con tante nuove mete dove portarvi!

Phlow-Autor Monika

Adesso che la primavere è incominciata e l’estate sta per arrivare i ciclisti iniziano ad „affollare“ le strade e i sentieri. La Val Pusteria offre innumerevoli possibilità di escursioni su due ruote e offre anche una vasta scelta di gare, dov’è possibile misurare la propria bravura con altri.
La gara più conosciuta è il Dolomiti Superbike, che passa per le dolomiti dell’Alta Pusteria. Il 06/07/2013 i partecipanti pedaleranno sulle tappe di 113 km, 80 km o 60 km in mezzo al patrimonio culturale UNESCO.
La gara per i bambini si svolge il 07.07.2013
Dal 06 al 13 luglio il Peakbreak porta i ciclisti in 8 tappe attraverso Millstatt all’Italia del nord, passando per l’Alto Adige, il Tirolo, Salisburgo e la Carinzia. Le tappe 2, 3 e 4 si terranno intorno al Plan de Corones. Una passera addirittura vicina al Kronplatz-Resort Berghotel Zirm (Brunico-Valdaora-Sorafurcia-Passo Furcia-Plan de Corones).
Le gare continuano con il Plan de Corones MTB Race il 14 luglio con partenza a San Vigilio la gara porta fino in cima al Plan de Corones e include anche il ritorno a valle.
Ma con questo non basta: il 27 e 28 luglio il Plan de Corones ospiterà una gara della Specialized-SRAM Enduro Serie, una gara particolara di MTB. I partecipanti dovranno superare 5 “prove speciali” spettacolari lungo il percorso. Tra una prova e l’altra i partecipanti pedalano insieme, come amici. Il vincitore della tappa viene stabilito sommando i tempi delle singole prove speciali.
Una cosa è certa: ogni buon ciclista trova una gara nella Val Pusteria dove misurarsi con altri!
… e chi preferisce correre incontra la concorrenza al Kronplatz-Run il 06/07/2013, superando il dislivello tra Brunico (835 m) e il Plan de Corones 82.275 m).